Tosse: cos’è e quali sono i rimedi?

Tosse: cause e rimedi

La tosse costituisce un fisiologico meccanismo di difesa dell'apparato respiratorio finalizzato a mantenere libere le vie aeree da secrezioni e materiale estraneo.

La si associa spesso a sintomi influenzali e/o ad infiammazioni della gola o delle prime vie aeree, ma non solo: la tosse è anche un sintomo frequente di moltissime patologie.

La tosse possiamo suddividerla in acuta quando dura meno di 3 settimane e cronica se persiste da oltre 3 settimane.

TOSSE ACUTA è dovuta prevalentemente ad:

  • Infezioni virali (nell'85% dei casi)
  • Infezioni batteriche

TOSSE CRONICA

  • Fumo
  • Asma bronchiale
  • Reflusso gastro-esofageo
  • Gocciolamento retro-nasale
  • Fibrosi cistica

La tosse prima di “calmarla” occorre riconoscerla. Usare un sedativo contro una tosse grassa è controproducente e altrettanto lo è l’impiego di un fluidificante contro una tosse secca!

Quali sono le differenze tra tosse secca e grassa?

La TOSSE SECCA o improduttiva, si caratterizza per l’assenza di produzione di catarro e muco e per la sua natura stizzosa e “graffiante”.

Rimedi per la tosse secca: per trattare la tosse secca si utilizzano sedativi della tosse con lo scopo di sopprimere l’insorgenza dello stimolo come il Bisolvon sedativo, Bronchenolo tosse, il  Levotuss o il Froben tosse secca.

La TOSSE GRASSAdefinita produttiva, è invece caratterizzata dalla produzione di catarro e muco.

Ma attenzione, la tosse grassa può essere anche l'evoluzione della tosse secca, causata da infezioni delle vie respiratorie

Nel caso di tosse grassa, si parla di tosse “utile” in quanto aiuta ad espellere il catarro in eccesso. La tosse grassa non va calmata, ma aiutata con l’uso di farmaci espettoranti e mucolitici, definiti anche “pro-tussivi”, in quanto, sciogliendo il catarro, aiutano la funzione di pulizia delle vie respiratorie operata dalla tosse.

Qual è la differenza tra espettoranti e mucolitici?

ESPETTORANTI: mirano a stimolare la produzione di muco bronchiale, rendendo in tal modo le secrezioni più facili da rimuovere attraverso la tosse (es. guaifenesina o sulfoguaiacolo come il bronchenolo sedativo-fluidificante, Vicks tosse fluidificante)

MUCOLITICI: alterano la viscosità delle secrezioni bronchiali, rendendole piu fluide al fine di promuoverne l'eliminazione (es. ambroxolo o acetilcisteina che ritroviamo nel Fluimucuil, Bisolvon)

Come riconoscere la tosse da reflusso?

Come abbiamo accennato, la tosse può essere anche un sintomo di altre patologie come nel reflusso gastroesofageo.

In questo caso la tossesi presenta in modo costante quando la risalita del contenuto acido dello stomaco diventa cronica, quindi in presenza di una vera malattia da reflusso gastroesofageo.

Come identificarla? La tosse da reflusso è secca e persistente, non passa facilmente e il trattamento con i classici rimedi contro la tosse non risulta efficace.

Perché la tosse s’intensifica durante le ore notturne?

La posizione supina è una prima causa: quando siamo sdraiati, le vie respiratorie sono maggiormente compresse e ciò rende poco agevole anche la normale respirazione.  

Inoltre, la posizione del sonno favorisce il depositarsi del muco lungo le vie respiratorie, uno dei principali stimoli in grado di scatenare il riflesso della tosse.

Non dimentichiamoci che gli ambienti secchi sono alleati della tosse – Durante il periodo invernale (con l’accensione dei riscaldamenti) o durante quello estivo (con l’utilizzo di condizionatori d’aria) è possibile che gli ambienti non siano adeguatamente umidificati, e ciò irrita le mucose non adeguatamente idratate.

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

"L'utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!"