La Vitamina A e le sue funzioni regolatrici

La Vitamina A e le sue funzioni regolatrici 

La vitamina A e le sue funzioni regolatrici

Cos’è? 

La Vitamina A è una vitamina liposolubile ovvero che può essere accumulata nel fegato e non è dunque necessario assumerla con regolarità, in quanto il corpo la conserva e la rilascia a piccole dosi quando diventa necessaria.  

È presente negli alimenti di origine animale come retinolo o retinoidi e negli ortaggi di colore rosso o giallo sottoforma di provitamina A; la provitamina A o carotene, viene poi convertita in vitamina A dall'organismo. 

La vitamina A è un vero toccasana per l’organismo, in quanto migliora la salute generale di tutto il corpo rinforzando il sistema immunitario, contrastando l’insorgere di infezioni, e per il benessere della pelle, per l’accrescimento di denti e ossa. La vitamina A è anche preposta al buon funzionamento della vista, che potrebbe offuscarsi in caso di una sua carenza. 

In particolare per il benessere della pelle, l'acido retinoico, forma acida della Vitamina A, trova impiego nel settore farmaceutico per la terapia di alcune patologie tra cui la psoriasi (tretinoina) e l'acne grave (isotretinoina), la cui vendita viene effettuata solo dietro prescrizione medica. 

In ambito cosmetico invece si utilizza il retinil palmitato, la forma esterificata della vitamina A la quale viene inserita in piccolissime percentuali nei cosmetici per la sua azione rigenerante e lenitiva per la pelle. In genere si utilizza in sinergia con altre vitamine antiossidanti, in particolare la vitamina E e con la vitamina C, che la proteggono dall'ossidazione. Alcuni oli, come l'olio di Rosa mosqueta e quello di pomodoro, contengono naturalmente carotenoidi e sono particolarmente indicati nel trattamento di cicatrici e smagliature o per rigenerare la pelle dopo l'esposizione al sole. 

Carenze vitaminiche comportano squilibri che si manifestano anche attraverso i capelli che possono presentare un'eccessiva secchezza e fragilità, forfora o cute grassa. Una carenza di vitamina A nel nostro organismo ha effetti negativi sui capelli, che si traducono in alterazioni delle ghiandole sebacee, nella formazione di forfora e di capelli secchi e nel costante e sempre più evidente ispessimento del cuoio capelluto 

La vitamina A è inoltre un valido alleato per il normale funzione del sistema immunitario e concorre al mantenimento di membrane mucosali in salute. Le mucose delle vie respiratorie, se sane ed integre, costituiscono un'importante prima “linea di difesa” contro l’attacco di microrganismi indesiderati.  

Ha un’importanza fondamentale anche per la nostra vista poiché insieme ai suoi precursori, i carotenoidi, fa parte dei componenti della rodopsina, la sostanza presente sulla retina che dà all’occhio la sensibilità alla luce 

La vitamina A apporta notevoli benefici anche agli uomini, in quanto aumenta la produzione di spermatozoi, ma anche nelle donne, poiché contrasta gli effetti negativi della sindrome premestruale. 

Ma attenzione ai dosaggi! Né una carenza e né un sovradosaggio fanno bene al nostro organismo.  

In caso di carenza di Vitamina A possono manifestarsi problematiche della pelle, facile esposizione alle infezioni e disturbi della vista più o meno gravi, da difficoltà visive notturne a secchezza della cornea e della congiuntiva. Quindi deve essere eventualmente integrata ma mai in quote superiori a quanto il nostro fegato possa sintetizzarla. Un eccesso di vitamina A, o retinolo, accumulata nel fegato può creare problemi di ipervitaminosi che può provocare danni permanenti a fegato e milza. 

Qual è quindi il giusto dosaggio? Il dosaggio giornaliero varia in base all’età: 0,4 mg -0,5 mg per i bambini tra i 6 e i 10 anni, per ragazzi e donne 0,6 mg e per gli uomini 0,7 mg. La dose può aumentare fino a 0,95 mg durante l’allattamento. 

In particolar modo, la vitamina A può essere assunta mediante integratori naturali alimentari e fitoterapici e deve essere somministrata con attenzione a bambini e persone anziane. 

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui

"L'utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!"

 

Condividi questo articolo

Commenti (0)

Nessun commento
Accettare

Il presente sito web aderisce alla nuova normativa europea in materia di tutela dei dati personali, comunemente denominata  GDPR ed in dettaglio il Regolamento Europeo 2016/679, ed utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.