Sensibilità al glutine e test per la diagnosi di celiachia

sensibilità al glutine e test celiachia

Cos’è e a cosa serve?

Il Gluten Sensitivity & Celiac Test determina la presenza di marcatori di sensibilità al glutine, e consente di individuare con elevata sensibilità e specificità la possibile positività alla celiachia.

Nello specifico:

-IgA totali

-IgA o IgG Anti-Transglutaminasi per escludere o confermare la possibile diagnosi di celiachia

-IgA e IgG Anti-Gliadina per confermare la possibile sensibilità al glutine.

In passato, l’unico modo per diagnosticare la celiachia era la biopsia su un tratto del duodeno. Lo sviluppo di test come Gluten Sensitivity & Celiac Test ha permesso di definire la forma silente e la forma potenziale della celiachia, evitando biopsie di casi dubbi risultati poi negativi. In via definitiva, la biopsia resta comunque l’esame diagnostico invasivo utilizzato e necessario per la diagnosi di celiachia.

Chi lo dovrebbe fare?

La sensibilità al glutine (Gluten Sensitivity), che si stima interessi dal 6 all’8% della popolazione, è una condizione che si manifesta con una sintomatologia intestinale o extraintestinale più o meno marcata, legata all’ingestione di glutine. Tale sensibilità è genericamente associata alla comparsa di anticorpi anti-gliadina (IgA e IgG anti-AGA), molecola presente nel glutine, complesso proteico contenuto in frumento, farro, segale, kamut®, orzo e altri cereali. A differenza della celiachia, in cui l’ingestione di glutine provoca il danneggiamento della mucosa intestinale fino all’atrofia dei villi, con conseguente malassorbimento, nella sensibilità al glutine la sintomatologia è più riconducibile a quella data dalle reazioni avverse agli alimenti, le cosiddette ‘allergie ritardate’, o più conosciute ma impropriamente definite ‘intolleranze alimentari’.

Dovresti fare il test se hai uno o più di questi sintomi associati all’ingestione di prodotti contenenti glutine:

✔️Difficoltà digestive, gonfiore addominale, senso di nausea, dolore e crampi addominali;

✔️Iperacidità gastrica, gastrite;

✔️Diarrea, stitichezza, irregolarità intestinale;

✔️Flatulenza, aerofagia.

I sintomi di natura extra intestinale più diffusi sono:

✔️Stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione e sonnolenza;

✔️Orticaria, acne, dermatite;

✔️Asma, tosse, raucedine, eccesso di muco;

✔️Alterazione della pressione arteriosa, palpitazioni;

✔️Disturbi della libido, infiammazioni uro-genitali;

✔️Crampi, tremori muscolari, debolezza muscolare, dolori articolari e muscolari.

Questo test è da raccomandare anche:

✔️Se non hai alcun sintomo, ma sei affetto da patologie autoimmuni, oppure nella tua famiglia c’è qualcuno affetto da celiachia; ✔️Se hai perso molto peso senza un motivo apparente;

✔️Nei bambini, se si notano difficoltà di sviluppo, ritardi nella crescita e bassa statura, ritardi nella pubertà e difetti allo smalto dentale nei denti definitivi.

Come e dove eseguire il test?

Il test viene effettuato mediante analisi su un campione di sangue, e può essere richiesto in uno dei punti vendita Chiedilo al Farmacista.

Preparazione all’esame: digiuno nelle precedenti 8 ore.

È inoltre importante non seguire una dieta priva di glutine prima dell’esame.

Scopri dove fare il test vicino a casa tua …e una volta fatto il test?

Nel caso di positività alla sensibilità al glutine, come conferma è necessario effettuare un successivo challenge alimentare che prevede l’eliminazione del glutine per un determinato periodo di tempo e la successiva reintroduzione con valutazione dell’andamento dei sintomi in modo da stabilire anche la dose massima tollerata.

Nel caso di positività alla celiachia invece, l’unica terapia attualmente disponibile consiste in una dieta rigorosamente priva di glutine: in questo modo non solo i sintomi scompariranno in breve tempo (un paio di mesi), ma riuscirai a prevenire anche lo sviluppo di complicanze di natura autoimmune o infiammatorie croniche.

Nel frattempo, ti ricordiamo che:

La celiachia non è dose dipendente, e basta una piccolissima quantità di glutine per riscontrare i sintomi;

Il glutine non si trova solo in pasta, pizza, pane e derivati: viene utilizzato come addensante in molte preparazioni alimentari, viene impiegato in alcune tipologie di salumi, lo trovi nella birra e nel whisky, nonché in alcuni farmaci.

Per maggiori informazioni:

contattaci al numero 800.032425 o su info@chiediloalfarmacista.it

Tratto da NatrixLab S.r.l