Igienizzanti mani… Con o senza alcool? 

gel igienizzante mani

L’igiene delle mani è un elemento fondamentale per prevenire le infezioni;  infatti una piccola percentuale di microrganismi non patogeni risiedono normalmente sulla cute senza creare danni. A questi, però, possono aggiungersi virus e batteri che circolano nell’aria o con cui veniamo in contatto toccando le diverse superfici. I germi patogeni che si annidano sulla nostra pelle possono essere responsabili di molte malattie, dalle più frequenti e meno gravi, come l'influenza e il raffreddore, a quelle più severe. 

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ogni anno promuove la giornata mondiale per il lavaggio delle mani per ricordare l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale per la prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri e di cura. 

Ma… non basta aprire il rubinetto e passare le mani sotto il getto dell'acqua per eliminare il problema. 

Per rimuovere i germi dalle mani in alcuni casi è sufficiente l’utilizzo di sapone (meglio quello liquido della saponetta) e acqua corrente, preferibilmente calda: il sapone liquido non è esposto all'aria e quindi non permette ai germi di proliferare, come invece può accadere sulla superficie della saponetta 

Il lavaggio antisettico invece ha senso soprattutto in alcune circostanze, come in ospedale, prima di manipolare farmaci o preparare il cibo in quanto gli agenti antisettici neutralizzano germi, virus, funghi e batteriI detergenti più utilizzati contenenti agenti antisettici sono quelli a base di  clorexidina gluconato, iodofori e triclosan. 

In assenza di acqua, invece, si può ricorrere ai cosiddetti hand sanitizers (igienizzanti per le mani). 

Ma questi devono o non devono contenere alcol? 

La maggior parte delle formulazioni esistenti sono a base di alcol etilico (il contenuto va dal 60% al 85%)Questo proprio per l’efficacia dell’alcol nell’uccidere batteri e alcuni tipi di virus: alcune ricerche hanno dimostrato che l’alcol è in grado di uccidere sia i microrganismi patogeni che la flora batterica, ma non comporta nessun rischio per quanto riguarda i microrganismi ‘buoni’ che sono naturalmente presenti sulla pelle. 

Per quanto riguarda invece i gel igienizzanti senza alcol, questi si avvalgono di altri agenti come il benzalconio cloruro o il triclosan  ma è necessario fare una serie di considerazioni. Pur essendo efficaci nel contrastare i batteri, con il passare del tempo e un uso prolungato, i batteri possono sviluppare una resistenza nei confronti di alcuni agenti utilizzati nei gel alcol-free, cosa che invece non accade con l’alcol; inoltre è necessario sapere che alcuni degli ingredienti dei gel alcol-free sono inquinanti per l’ambiente e, se combinati ad altri agenti, possono persino diventare tossici. Infine, a differenza dei gel igienizzanti con alcol, quelli alcol-free sono più esposti ad un’eventuale contaminazione che pregiudica l’efficacia del gel. 

Quali sono gli igienizzanti mani contenenti alcol in commercio? 

Un esempio è L’AMUCHINA: 

Amuchina gel X-germ: La sua particolare formulazione è in grado di ridurre efficacemente in pochi secondi germi e batteri presenti sulla cute. Amuchina Gel x-germ Disinfettante Mani è attivo su virus (Influenzali, hivhbvhcv) funghi e batteri gram+ e gram- (inclusi Candida AlbicansMycobacterium TubercolosisStaphylococcus Aureus, Escherichia Coli) 

Composizione per 100 g di prodotto: Alcool etilico denaturato 63 g, acqua depurata ed eccipienti: PEG-75 Lanolin, profumo, CarbomerTriethanolamineImidazolidinyl urea, PEG-12 DimethiconePropylene glycolBenzyl alcoholMethylchloroisothiazolinoneMethylisothiazolinone 

 

In commercio sono presenti diverse aziende che realizzando gel igienizzanti mani. 

Importante non è il brand ma è molto importante leggere l’INCI soffermandoci sulla presenza di Alcol Etilico Denaturato.